I NOSTRI PUNTI DI IMMERSIONE
Clicca per avere maggiori informazioni 

L’Orso Diving Club Poltu Quatu rimane a 16 miglia dall’ Isola di Lavezzi, a 18 dall’Isola di Tavolara nel cuore del Parco Marino di La Maddalena a sole 2 ml. dall’Isola di Caprera, un tratto di mare notoriamente conosciuto come santuario della subacquea del Mediterraneo.

Long Distance

Long Distance

Quest’area possiamo suddividerla in due zone: la prima a ridosso del’ Isola di Caprera e  l’ Isola dei Monaci dove le immersioni vengono effettuate sotto costa (ideali anche per lo snorkeling) su fondali che scendono rapidamente da 0 fino a 40 metri di profondità adatte sia  per gli open  water che i più esperti. Verrete sorpresi dalla bellezza morfologica di questi fondali dove enormi monoliti in  granito appoggiati l’uno all’altro formano cunicoli,  passaggi e cigliate mozzafiato .

In particolare le immersioni di Caprera hanno due grandi vantaggi rispetto a tutte le altre: la prima è che sono ridossate  ai venti prevalenti e quindi il mare è calmo, la seconda che non sono soggette a correnti. 

La seconda zona di quest’area sono le Secche dei Monaci, 8 punti di immersione che non hanno niente da invidiare alle più rinomate immersioni delle Bocche di Bonifacio, e di fatto ne hanno le stesse caratteristiche. Per apprezzare al meglio queste immersioni (S. di Grecale, S. Dorata, S. di Maestrale, S. delle Colonne, La Spacca delle Corvine, Secca dell’Ancora, Greco dei Monaci e la S. dei Monaci Meda) vi consigliamo di immergervi in miscela Nitrox al 32%.

Le immersioni di Caprera ed i Monaci distano da Poltu Quatu dalle 4 alle 6 miglia

Verso nord nelle Bocche di Bonifacio effettuiamo le 15 migliori immersioni comprese tra il versante Corso con il Parco Marino di Lavezzi e quello Sardo con il Parco Marino dell’Arcipelago di La Maddalena. 

Le immersioni nel versante Corso sono caratterizzate dalla quantità di pesce, come la Città delle Cernie di Lavezzi, ormai famosa in tutto il mondo per i simpatici pescioni che a decine avvicinano i sub alla ricerca di cibo, Pilone, del Banco, d’ Ostro e degli Sperduti dove otre che a tutto il pesce da tana tipico (Cernie, corvine, saraghi, mostelle, murene, ecc) è garantito l’incontro con pesci d’acque libere come ricciole, dentici e barracuda. Le suddette immersioni hanno tutte una profondità massima di 30 mt. ed una media intorno ai 18 mt quindi idonee anche per gli open water.

Il versante sardo è caratterizzato per la bellezza paesaggistica del fondale, le Secche di Spargi, di Mezzogiorno, di Budelli o di Razzoli, hanno una morfologia altamente spettacolare, castelli di granito che si innalzano da fondali di sabbia bianca per 20/30 metri con pareti verticali che da 15 mt. in giù sono ricoperte dalle più grandi gorgonie rosse (paramunicea) che il Mediterraneo possa offrire. Rimanendo in zona, per i subacquei più esperti proponiamo un’immersione veramente esclusiva (Deep Dive) quali la Secca del Corallo Nero (il ramo più grande conosciuto nel Mediterraneo).

Verso sud  ci immergiamo allo Scoglio di Mortoriotto noto per splendida morfologia, le gorgonie, il pesce di passo e i relitti di due automobili  e alla grotta dell’ Embolo di Capo Figari. Infine alla Secca del Papa nella Riserva marina dell’Isola di Tavolara,  un’immersione spettacolare sotto tutti gli aspetti (morfologia, colori, quantità e varietà di flora e fauna) con una profondità media di circa 30 mt quindi non per open water, si consigliamo l’uso, del NITROX 32.

La Secca del Papa e un escursione Extra Long Distance si trova a 18 miglia.

Due nuove fantastiche immersioni presso l’ Isola del Toro nell’Arcipelago delle Cerbicali in Corsica che sapranno stupire anche i subacquei più esigenti, finalmente un’alternativa all’ormai notissima Città delle cernie.

Gli Archi del Toro è una stupenda secca a 2 Km a nord dall’Isola del Toro, in mare aperto con la sommità a 17 m e la base sui 38mt chiamata cosi per la presenza di due suggestivi archi in roccia intorno ai 30 mt. completamente addobbati da enormi Gorgonie Rosse.

La seconda immersione è la Secca del Toro 700 mt ad est dell’ isola omonima con la sommità a 3 mt e la profondità massima a 35 ideale anche per i principianti perchè nei primi 15 mt. si può vedere tutto quello che il Mediterraneo può offrire. Due immersioni ricchissime di pesce e colore frequentate da pochissimi sub, assolutamente da non perdere

Le Isole Cerbicali si trovano a 22 ml da Poltu Quatu ad una decina di miglia a nord dell’Isola di Lavezzi.